prendere

prèn·de·re
v.tr. e intr. (io prèndo)
I. v.tr. FO
I 1a. afferrare qcs. spec. con le mani: prendere un bicchiere, un pacco, un cappello, prendere dei soldi dal borsellino, prendere una sigaretta tra le dita | di animale, afferrare con gli artigli, le zampe, il becco, ecc.: il gatto prende il topo per la coda, gli elefanti prendono il cibo con la proboscide | sollevare, raccogliere: prendere un libro da terra | afferrare qcs. per una sua parte; impugnare: prendere una valigia per il manico; prendere una racchetta, un martello
Sinonimi: pigliare.
Contrari: buttare, lasciare | mollare | posare.
I 1b. afferrare qcn., sollevandolo o stringendolo con un gesto confidenziale e affettuoso o anche con energia e violenza: prendere un bimbo in grembo, sulle ginocchia, sulle spalle; mi prese tra le sue braccia; lo ha preso e spinto contro il muro, mi presero in tre per buttarmi in acqua
Sinonimi: pigliare.
I 1c. afferrare mediante uno strumento: prendere un pelo con la pinzetta, un chiodo con le tenaglie, un tizzone con le molle
Sinonimi: pigliare.
I 1d. CO TS giochi nei giochi di carte, pescare dal mazzo: prendere il jolly, il settebello, io ho già preso una carta, ora tocca a te; anche ass.: chi ha preso per ultimo?
I 1e. TS mar. non com., manovrare: prendere le mure, i terzaroli
I 2a. FO procurarsi, spec. in vista di uno scopo: prendere due uova, tre etti di farina e mescolare | comprare, acquistare: stasera, prendi tu il dolce?, dove hai preso quel maglione?
I 2b. FO portare con sé: se esci prendi l'ombrello
I 2c. FO utilizzare come mezzo di trasporto: prendere il tram, il treno, la macchina
I 3a. FO ricevere, accettare ciò che viene offerto, assegnato, corrisposto: prendere un premio, un dono, un'offerta; ricevere come compenso: prendere la mancia, lo stipendio | richiedere per una prestazione di lavoro: quanto prende all'ora la domestica?
Sinonimi: accettare; ottenere, percepire | chiedere, 1volere.
I 3b. FO ricevere passivamente qcs. di spiacevole o negativo: prendere un pugno, uno schiaffo, un calcio, una sconfitta
I 3c. FO ottenere un titolo di studio o sim.: prendere un diploma, una laurea, prendere la patente di guida
I 3d. FO ricevere in uso a determinate condizioni: prendere un libro in prestito, prendere una casa in affitto
I 4. FO ritirare, prelevare: prendere un pacco in portineria, un certificato all'anagrafe, dei soldi in banca | prelevare qcn. da un luogo per condurlo con sé: prendere i bimbi da scuola, passo a prenderti stasera
Sinonimi: prelevare.
Contrari: depositare, posare | portare.
I 5. FO di qcs., ricevere, assorbire: la stanza prende luce dall'abbaino, la pianta prende nutrimento dal terreno
Sinonimi: assorbire.
I 6. FO portare via, spec. con la forza; sottrarre, rubare: i creditori gli hanno preso tutto; i ladri hanno preso l'argenteria
Sinonimi: rubare, sottrarre.
Contrari: dare, elargire; rendere, restituire.
I 7a. FO colpire un bersaglio: fu preso al cuore da un proiettile
Sinonimi: centrare.
Contrari: mancare.
I 7b. FO catturare o uccidere un animale, spec. durante la caccia o la pesca: prendere una lepre, un fagiano, ho preso due cernie
I 7c. FO catturare una persona, arrestare: prendere dei nemici, hanno preso il bandito durante una retata | estens., cogliere di sorpresa, sorprendere: il monello fu preso a rubare
Sinonimi: 1arrestare | beccare, pescare, sorprendere.
Contrari: liberare, 1rilasciare, scarcerare.
I 8. CO TS giochi nei giochi di carte, negli scacchi o nella dama, conquistare, guadagnare nel corso della partita: prendere con la carta più alta, l'asso prende tutto
I 9a. FO conquistare con un'azione bellica: prendere una città, prendere un baluardo nemico, una fortezza
Sinonimi: espugnare, occupare.
I 9b. FO fig., possedere sessualmente qcn.
I 9c. FO sedurre: mi ha preso col suo sguardo | estens., coinvolgere, intrigare, spec. sensualmente
Sinonimi: 1affascinare, ammaliare, attirare, conquistare.
I 10a. FO di qcs., occupare: è un bell'armadio, ma prende molto spazio
Sinonimi: tenere.
I 10b. FO estens., impegnare, assorbire: la soluzione del problema mi prenderà tempo ed energia | fig., occupare la mente, l'attenzione o l'interesse: la musica lo prende moltissimo, essere preso dal lavoro; anche ass.: è un film che prende
Sinonimi: assorbire.
I 11. FO fig., di sensazioni fisiche, assalire, pervadere: un freddo improvviso mi prese | di sentimenti violenti, spec. di quello amoroso, penetrare profondamente nell'animo, dominare: farsi prendere dalla paura, dallo sconforto
Sinonimi: pervadere.
I 12a. FO assumere qcn. alle proprie dipendenze: prendere una segretaria, una domestica, l'hanno preso dopo il primo colloquio
Contrari: licenziare, 1scartare.
I 12b. FO scegliere qcn. con un ruolo preciso: prendere come amico, come confidente, come consulente, prendere qcn. come esempio da imitare; prendere della gente in casa, accoglierla, ospitarla | scegliere una persona per instaurare un rapporto amoroso o matrimoniale: si è preso un'amante, ti prendo come mia sposa; prendere in moglie, prendere per marito, sposare
I 13. FO scegliere una strada, imboccare, percorrere: prendere la via più breve, prendere il sentiero del bosco, prendere la direzione della montagna, la via che conduce a essa
Sinonimi: imboccare, percorrere.
I 14. FO estens., assumere un comportamento, un modo di agire; scegliere un orientamento, spec. nel campo professionale o scolastico: prendere l'insegnamento, la carriera universitaria; mio figlio ha preso medicina
Sinonimi: indirizzarsi, intraprendere, orientarsi.
I 15. FO fig., trattare qcn. in un certo modo: prendere con buone, cattive maniere, prendere in malo modo; prendere a schiaffi, a sberle, a calci, a pugni, a male parole
I 16. FO accettare qcs. o qcn. in un certo modo: prenderò come vero quanto dici, prendere la vita come viene, non pretendere di cambiarla | seguito dalla prep. in: prendere qcn. in simpatia, in odio, in uggia: provare simpatia, odio, ecc. per qcn.
I 17. FO unito a particelle clitiche forma costrutti verbali: prenderla bene, male, reagire bene o male a qcs.; prenderla con calma, con filosofia, affrontare qcs. con serenità | LE ass., prendersela: con sua signoria illustrissima non la può prendere, che è un pezzo molto più grosso di lui (Manzoni)
I 18a. FO assumere nel proprio organismo; ingerire: prendere una medicina, prendere un veleno; bere o mangiare: prendere un caffè, un bicchiere di vino, prenderò solo un po' di insalata
I 18b. FO esporre il proprio corpo ad agenti naturali o atmosferici: prendere il sole, il fresco, copriti, o prenderai freddo; prendere una boccata d'aria, uscire a fare quattro passi
Sinonimi: pigliare.
I 18c. FO contrarre un malanno: prendere un raffreddore, l'influenza, la varicella
Sinonimi: buscare, contrarre, 1cuccare.
I 19. FO sentire, provare una sensazione fisica, uno stato d'animo, un sentimento: prendere paura, prendere piacere, gusto per qcs., prendere odio, amore per qcn.; prendere coraggio, fiducia, confidenza, sicurezza; prendere una sbronza, una sbornia: ubriacarsi; prendere una cotta: infatuarsi di qcn.
I 20. FO assumere un aspetto, una qualità e sim.: la dea prese le sembianze di una giovenca, la scarpa prende la forma del piede, il cibo ha preso un sapore sgradevole
Sinonimi: acquisire.
I 21. FO fig., trarre, derivare: Roma prese il nome da Romolo | acquisire geneticamente, ereditare: prendere gli occhi, il naso, il carattere di un genitore; ha preso tutto dal padre, gli somiglia in ogni aspetto
Sinonimi: 1derivare | ereditare.
I 22. FO ritrarre, spec. fotograficamente: prendere qcn. da vicino, da lontano, di profilo, nella giusta angolazione; prendere una fotografia, scattarla
Sinonimi: riprendere.
I 23a. FO rilevare una misura, spec. con appositi strumenti: prendere le dimensioni di una stanza, prendere la lunghezza, la larghezza di un tavolo, prendere la pressione, la temperatura atmosferica, prendere i tempi di una gara
Sinonimi: misurare.
I 23b. FO ricevere un segnale, spec. con un apparecchio radiotelevisivo: una radiolina che prendere poche stazioni
Sinonimi: captare.
I 24. FO interpretare, intendere in un certo modo frasi, discorsi e sim.: ha preso correttamente le nostre parole
Sinonimi: intendere.
I 25. FO scambiare per errore equivocando circa l'identità o la natura di qcn., di qcs.: al telefono ti ho preso per tua sorella
II. v.intr. CO
II 1. (avere) muoversi andando in una direzione; dirigersi, avviarsi: prendere per i campi, prendere a destra, a sinistra
Sinonimi: avviarsi, incamminarsi.
II 2. (avere) di pianta, mettere radici nel terreno, attecchire: il melo che ho piantato ha preso | di fuoco, svilupparsi, accendersi: il bosco era secco e l'incendio ha preso subito | di cemento, colla o sim.: indurirsi, rapprendersi: un mastice che prendere molto lentamente
Sinonimi: attecchire, radicarsi | accendersi | rapprendersi.
II 3. (avere) TS mar. di ancora o scandaglio, fare presa sul fondo
II 4. (avere) CO seguito da a e inf., ha valore incoativo, iniziare, incominciare: prendere a parlare, a scrivere, a piangere, a saltare
Sinonimi: incominciare, mettersi.
Contrari: finire, smettere.
II 5. (essere) CO fig., capitare addosso all'improvviso: gli è preso un infarto, un malore, un nervoso incontenibile, mi è presa paura; che gli prenda un accidente! | che ti prende?, cosa ti è preso adesso?, cosa ti succede?, spec. per esprimere stupore di fronte a un contegno inesplicabile, a uno sbalzo d'umore e sim.
Sinonimi: 1venire | capitare, succedere.
\
DATA: 1158.
ETIMO: lat. prehĕndĕre.
NOTA GRAMMATICALE: presenta eccezioni nel pass.rem. presi, prendesti, prese, presero e nel p.pass. preso; forme antiche e letterarie: nel pass.rem. prendei per presi, prendé per prese, prenderono per presero, nel p.pass. priso per preso.
POLIREMATICHE:
prendere a calci: loc.v. CO
prendere a calci in culo: loc.v. CO
prendere a calci nel sedere: loc.v. CO
prendere a cuore: loc.v. CO
prendere alla leggera: loc.v. CO
prendere all'amo: loc.v. CO
prendere al varco: loc.v. CO
prendere a male parole: loc.v. CO
prendere a pesci in faccia: loc.v. CO
prendere a torte in faccia: loc.v. CO
prendere atto: loc.v. CO
prendere bene: loc.v. CO
prendere campo: loc.v. CO
prendere cappello: loc.v. CO
prendere chili: loc.v. CO
prendere commiato: loc.v. CO
prendere con le molle: loc.v. CO
prendere con le pinze: loc.v. CO
prendere conoscenza: loc.v. CO
prendere corpo: loc.v. CO
prendere coscienza: loc.v. CO
prendere d'aceto: loc.v.
prendere da parte: loc.v. CO
prendere d'assalto: loc.v. CO
prendere di mira: loc.v. CO
prendere d'infilata: loc.v.
prendere di petto: loc.v. CO
prendere di punta: loc.v. CO
prendere due piccioni con una fava: loc.v. CO
prendere fiato: loc.v. CO
prendere fischi per fiaschi: loc.v. CO
prendere forma: loc.v. CO
prendere forza: loc.v. CO
prendere fuoco: loc.v. CO
prendere il coltello dalla lama: loc.v. CO
prendere il coraggio a due mani: loc.v. CO
prendere il coraggio a quattro mani: loc.v. CO
prendere il cuore: loc.v. CO
prendere il dito con tutta la mano: loc.v. CO
prendere il giorno per la notte: loc.v. CO
prendere il largo: loc.v. CO
prendere il mare: loc.v. CO
prendere il panno per il suo verso: loc.v. CO
prendere il saio: loc.v. CO
prendere il toro per le corna: loc.v. CO
prendere il velo: loc.v. CO
prendere il vento: loc.v. CO
prendere il volo: loc.v. CO
prendere in carico: loc.v. TS rag.
prendere in castagna: loc.v. CO
prendere in consegna: loc.v. CO
prendere in considerazione: loc.v. CO
prendere in custodia: loc.v. CO
prendere in esame: loc.v. CO
prendere in giro: loc.v. CO
prendere inizio: loc.v. CO
prendere in mano: loc.v. CO
prendere in parola: loc.v. CO
prendere i voti: loc.v. CO
prendere l'abito: loc.v. CO
prendere la corsa: loc.v. CO
prendere la fuga: loc.v. CO
prendere la mano: loc.v. CO
prendere l'anello: loc.v. CO
prendere la pala per il manico: loc.v. CO
prendere la parola: loc.v. CO
prendere la porta: loc.v. CO
prendere la stura: loc.v. CO
prendere la testa: loc.v. CO
prendere la tonaca: loc.v. CO
prendere l'avvio: loc.v. CO
prendere le armi: loc.v. CO
prendere le misure: loc.v. CO
prendere le mosse: loc.v. CO
prendere le parti: loc.v. CO
prendere lucciole per lanterne: loc.v. CO
prendere l'uscio: loc.v. CO
prendere male: loc.v. CO
prendere nella rete: loc.v. CO
prendere nota: loc.v. CO
prendere o lasciare: loc.inter. CO
prendere ombra: loc.v.
prendere parte: loc.v. CO
prendere partito: loc.v. CO
prendere per buona moneta: loc.v. CO
prendere per buono: loc.v. CO
prendere per fame: loc.v. CO
prendere per i fondelli: loc.v. CO
prendere per il bavero: loc.v. CO
prendere per il collo: loc.v. CO
prendere per il culo: loc.v. CO
prendere per il fondo dei calzoni: loc.v. CO
prendere per il naso: loc.v. CO
prendere per il proprio verso: loc.v. CO
prendere per il verso giusto: loc.v. CO
prendere per la cavezza: loc.v. CO
prendere per la gola: loc.v. CO
prendere per mano: loc.v. CO
prendere per moneta contante: loc.v. CO
prendere per moneta corrente: loc.v. CO
prendere piede: loc.v. CO
prendere posizione: loc.v. CO
prendere possesso: loc.v.
prendere posto: loc.v. CO
prendere quota: loc.v. CO
prendere servizio: loc.v. CO
prendere sonno: loc.v. CO
prendere su di sé: loc.v. CO
prendere sul serio: loc.v. CO
prendere tempo: loc.v. CO
prendere terra: loc.v. CO
prendere una brutta piega: loc.v. CO
prendere una buca: loc.v. CO
prendere una buona piega: loc.v. CO
prendere una cattiva piega: loc.v. CO
prendere un pesce: loc.v. TS sport
prendere visione: loc.v. CO
prenderla alla larga: loc.v. CO
prenderla alla lontana: loc.v. CO
prenderla da lontano: loc.v. CO
prenderla larga: loc.v. CO

Dizionario Italiano.

Look at other dictionaries:

  • prendere — / prɛndere/ [dal lat. prĕhendĕre e prĕndĕre ] (pass. rem. io prési [ant. prendéi, prendètti ], tu prendésti, ecc.; part. pass. préso [ant. priso ]). ■ v. tr. 1. a. [esercitare una presa su cosa o persona con le mani, in modo da tenerla in una… …   Enciclopedia Italiana

  • prendere — {{hw}}{{prendere}}{{/hw}}A v. tr.  (pass. rem. io presi , tu prendesti ; part. pass. preso ) 1 Afferrare: prendere qlcu. per le braccia; prendere il cavallo per le briglie; prendere qlco. per il manico | Prendere il toro per le corna, (fig.)… …   Enciclopedia di italiano

  • prendere — A v. tr. 1. (anche fig.) afferrare, pigliare, agguantare, acciuffare, acchiappare, abbrancare, accalappiare, ghermire, avvincere □ (da una fonte) attingere, prelevare □ (una lettera, un pacco, ecc.) ritirare, ricevere □ (di malore, di sfortuna,… …   Sinonimi e Contrari. Terza edizione

  • prendere per il bavero — Prendere in giro o anche giocare un tiro mancino, raggirare …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • prendere un granchio — Equivocare, sbagliarsi di grosso, prendere un abbaglio. Probabilmente viene dal fatto che, se un granchio afferra l amo, il pescatore si illude di aver catturato chissà quale grosso pesce e ritira in fretta e furia la lenza, ma solo per costatare …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • prendere due piccioni con una fava — Raggiungere due scopi con una sola azione. L espressione deriva probabilmente da un metodo, poco ortodosso, usato per cacciare i piccioni, mediante un filo a un estremità del quale era assicurata una grossa fava secca. Una volta inghiottita l… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • Le donne sono simile al coccodrillo: per prendere l’uomo piangano e presso lo divorano. — См. Слезы крокодиловы …   Большой толково-фразеологический словарь Михельсона (оригинальная орфография)

  • Brancà — prendere …   Mini Vocabolario milanese italiano

  • Büscàa — prendere …   Mini Vocabolario milanese italiano

  • Ciapà — prendere …   Mini Vocabolario milanese italiano

Share the article and excerpts

Direct link
Do a right-click on the link above
and select “Copy Link”

We are using cookies for the best presentation of our site. Continuing to use this site, you agree with this.